Le pagelle di Bologna – Napoli del professore, pazzo degli azzurri

Meret: 6. Purtroppo sul goal non può nulla, ma fa il suo dovere, anche se si tratta di un’uscita su angolo ed una su Barrow o poco più.

Di Lorenzo: 6. Molto presente nella prima frazione sulla catena di destra con Politano, si spegne piano piano nel corso del match smarrendo lucidità.

Manolas: 6,5. Segna il goal e disputa un primo tempo egregio. Complice la stanchezza, va calando nella ripresa e non riesce a chiudere Barrow.

Maksimovic: 6. Anche lui appare un po’ stanco e poco lucido. Soffre un trentottenne di nome Palacio.

Hysaj: 6. Quella fascia sul braccio pesa e si sente. Qualche svarione non manca, ma neanche l’impegno e qualche spunto interessante.

Demme: 6,5. In un centrocampo così così, lui risplende. Non si risparmia: le inquadrature ce lo mostrano sempre sudato e con il fiatone. Penso il pubblico da casa abbia apprezzato.

Elmas: 6. Anche lui poco lucido, soprattutto in fase di appoggio. La sua grinta gli consente di rimediare ad errori potenzialmente disastrosi.

Zielinski: 5. Stasera il polacco paga sicuramente un po’ di stanchezza. Spesso impreciso ed in ritardo perde palle pericolose, mai si presenta al tiro.

Politano: 6. Uno dei protagonisti in positivo della prima frazione, paga pegno alla stanchezza nella ripresa.

Lozano: 6. Da premiare la volontà e qualche spunto interessante: ha pur sempre dovuto reggere il reparto avanzato da solo.

Milik: 4. Praticamente non scende in campo. Emblematico l’audio del richiamo di Maksimovic e Gattuso. “Manchi tu” esclamano i due: chiose non devo farne..

Insigne: 6. Entra lui e si vede calcio. Ma nella ripresa sembra predicare in un deserto.

Fabian: 5,5. Pochi minuti, ma di gran confusione: non aiuta di certo.

Mertens: s.v.

Allan: s.v. 

Gattuso: 5,5. Ha provato qualche esperimento, ha provato a motivare qualcuno assente anche se in campo. Non può andar sempre bene, suo malgrado.

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest