Cagliari-Napoli: le pagelle di Milano Partenopea sulla gara degli azzurri

Meret: 6. Qualche uscita con i brividi, nulla può sul goal di Luvumbo, colpa di Juan Jesus.

Mazzocchi: 6. Prova generosa. Qualche imprecisione per la verità, e qualche cross in area. All’85’ lascia il posto a Ostigard (s.v.)

Rrahmani: 6. Da brividi alcuni interventi aerei, ma svolge il suo compito.

Juan Jesus: 4. Inconcepibile l’errore al minuto 95 a partita conclusa. Lascia rimbalzare il pallone e permette a Luvumbo di segnare un goal che non arrivava per lui dallo scorso Ottobre.

Olivera: 6. Fa la sua partita. Certo, molto più portato a coprire che a spingere, e Kvara paga dazio.

Zielinski: 5,5. Il polacco, ormai, sembra quasi smarrito in un centrocampo non più suo. Al 78′ fa spazio a Cajuste (s.v.)

 Lobotka: 6,5. Piano piano si riappropria del suo centrocampo. La fiducia lo spinge anche a provare la conclusione.

Anguissa: 6. Lotta il camerunense e conquista diversi palloni là in mezzo.

Kvaratskhelia: 5,5. Ranieri gli piazza addosso sempre almeno tre uomini. Lui, che non attraversa uno dei momenti migliori, non riesce ad uscire fuori. Calzona al 73′ gli preferisce Politano (5) che ha la chance del raddoppio che spreca con una superficialità mortifera.

Osimhen: 7. Si fa trovare pronto sul cross di Raspadori ed è sempre l’uomo più pericoloso. Esce all’85’ per Simeone (s.v.)

Raspadori: 6,5. Preferito a Politano, fa una partita generosa. Ruba palla ad Augello e pennella l’assist ad Osi. Al 79′ fa spazio a Lindstrom (s.v.)

Calzona: 6. Con pochi allenamenti svolti, contavano i 3 punti e sarebbero arrivati se Juan Jesus non si fosse trasformato in un uomo che improvvisamente non ricorda più come si difende.

 

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest