Napoli-Inter: pagelle di Milano Partenopea su Diretta-Napoli

Karnezis: voto 6,5. Il greco dimostra che, quanto a portieri, quest’anno ci è andata di lusso. Una sola vera parata, ma la porta è parsa star sempre in buone mani.

Malcuit: voto 7. Impeccabile il laterale di destra negli affondi e nei ripiegamenti. Anche quando si prende certi rischi, il terzino appare sicuro.

Albiol: voto 7. Se l’ho scritto altre volte, mi perdonerete: quanto ci è mancato lo spagnolo a guida della difesa. Ieri sera l’ennesima prova gladiatoria.

Koulibaly: voto 7. Gli tolgo mezzo voto causa ammonizione, ma il senegalese è stato mostruoso: Lautaro and friends lo sogneranno per un bel po’ di tempo. Praticamente un muro contro il quale gli avanti nerazzurri si sono costantemente schiantati.

Ghoulam: voto 6,5. Il terzino sinistro sta tornando ai vecchi splendori. Si propone con regolarità in avanti e fa di quelle diagonali difensive…Speriamo bene…

Allan: voto 7. Vince tutti i contrasti e dà man forte a Ruiz nella costruzione a centrocampo. Grinta da vendere ed amore per la maglia dalla quale spero non venga separato.

Zielinski: voto 8. Già il goal vale il voto. Eppure, quello che è più da apprezzare è lo spirito di sacrificio del polacco che, partendo da dietro, si rivela spesso coltello caldo nel burro della retroguardia interista.

Ruiz: voto 8. Che bello rivederlo così. Palla al piede, testa alta, buona corsa, geometrie e quei due goal: una goduria.

Callejon: voto 7. Quel cross telecomandato a trovare la testa di Mertens è il manifesto delle superbe qualità dello spagnolo. Della corsa e dei polmoni ho già scritto più volte. Questo invece lo ripeto: è insostituibile.

Mertens: voto 7,5. Il belga appare sempre più come l’anima della squadra. Svaria nel fronte d’attacco sfiancando i suoi marcatori ed ha fatto ormai rientrare nel ricco repertorio anche il goal di testa.

Milik: voto 6. Lavoro sporco del polacco che lotta e sgomita per conquistare palloni. Questo lo rende meno appariscente, ma la maglia è comunque sudata: questo conta.

Luperto: s.v.

Younes: s.v.

Insigne: s.v.

Ancelotti: voto 7,5. Il Napoli o l’Inter lottava per un obiettivo importante? La domanda ci spinge a pensare che Ancelotti sia stato bravo a motivare dove motivazioni non ce ne sarebbero state. Il tecnico emiliano starà anche valutando chi è da Napoli e chi no: beh, ieri sera chi è sceso in campo ha risposto presente…

www.milanopartenopea.it

Comments

comments