Napoli-Juventus: le pagelle degli azzurri a cura del Professore azzurro

Meret: 6. Vlahovic e compagni ci Graziano più volte. Para gli altri, pochi, tiri verso lo specchio. Un po’ incerto su qualche uscita e costruzione dal basso.

Di Lorenzo: 5,5. Spesso in difficoltà su quel lato dove spinge Chiesa. Sbaglia un tiro in area avversaria che poteva essere un goal relativamente facile.

Rrahmani: 6,5. Amir appare sicuro in ogni intervento, riesce ad arginare bene diverse volte gli attaccanti avversari e ad impostare. Al 65′ sente un fastidio all’adduttore e lascia spazio a Ostigard (6).

Juan Jesus: 6,5. Buona la prova del brasiliano sia in contenimento che in fase di impostazione.

Olivera: 5,5. L’errore iniziale su rimpallo potrebbe costargli caro. Troppo schiacciato dietro, appoggia poco Kvara. Qualche colpa sul goal di Chiesa.

Traoré: 5,5. L’errore in fase di costruzione dal basso compromette il voto. Talvolta superficiale su qualche palla, ma non si nasconde mai. Al 65′ fa spazio a Zielinski (6).

 Lobotka: 6,5. Lo slovacco è il fulcro di ogni geometria. Macina km, gioca molti palloni e contrasta a centrocampo.

Anguissa: 6. Il camerunense appare talvolta superficiale o confusionario. In fase di conclusione potrebbe fare meglio.

Kvaratskhelia: 8. Ancora un gran goal e tante giocate pregevoli che gettano nel panico i diretti avversari e costano loro il giallo. Al 93′ la passerella per Lindstrom (s.v.)

Osimhen: 6,5. Non segna, ma è sempre nel vivo là davanti. Si procura il rigore che sbaglia: unica piccola macchia.

Politano: 6. Un po’ appannato l’esterno d’attacco che riesce poco a saltare l’avversario e a concludere. Al 65′ fa spazio a Raspadori (7) autore, ancora una volta, del goal decisivo contro i bianconeri.

Calzona: 7,5. In conferenza post partita, dopo la seconda vittoria in 4 giorni, rimarca i troppi errori. È vero, la Juve più volte ha graziato gli azzurri, ma un’aria nuova si respira comunque ed il merito è suo…

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest