Le pagelle di Napoli – Milan del Professore Matto…per la squadra azzurra

Ospina: 6. Nulla può sui due tiri subiti nei 90 minuti, il resto è poco più che ordinaria amministrazione.

Di Lorenzo: 6,5. Certo, realizza un goal importante, ma diversi sono gli errori in fase difensiva o di appoggio. Paga forse la stanchezza dovuta agli infiniti km percorsi in stagione.

Maksimovic: 6.5. La moviola post gara lo assolve dall’unico presunto errore commesso in 90 minuti di lotta con i vari Ibra o Rebic dai quali esce sempre vittorioso. Poi appunto l’intervento al minuto 73… 

Koulibaly: 7. Lo eleggo migliore in campo. Interventi difensivi da miglior KK visto a Napoli, suggeritore a centrocampo e terzino aggiunto. Non si fa davvero mancare niente: incubo per gli attaccanti che se lo ritrovano sulla loro strada.

Mario Rui: 6. Il suo dovere lo fa in maniera quasi sempre impeccabile, forse viene un po’ meno in fase di spinta.

Lobotka: 6. Lo slovacco fa la sua onesta partita a centrocampo. Forse meno ragionatore di Demme, talvolta insiste troppo in complicate verticalizzazioni.

Zielinski: 6. Altra fatica del polacco che, a causa di un costante sacrificio in ripiego, giunge al tiro poche volte ed a corto di lucidità. Eppure il ventilato rinnovo va accolto con entusiasmo: Piotr matura partita dopo partita.

Ruiz: 6,5. Lo spagnolo è faro del centrocampo. Chiede palla e dispensa giocate non lesinando qualche conclusione velenosa.

Callejon: 6. Meriterebbe forse di più dato l’assist a Mertens, specialità della casa. Ma si divora un goal che grida vendetta e sul goal di Hernandez sembra un tantino in ritardo.

Insigne: 6,5. Crea, ma è una costante, tanto gioco. Il correre di continuo, insieme al tanto ragionare, talvolta lo porta a sbagliare, ma la crescita del leader è evidente e quei ripiegamenti difensivi nel finale lo attestano.

Mertens: 7. Segna, mette alla prova il lato fenomenale di Donnarumma, crea gioco e motiva i compagni. Sempre più Ciro: Dries ormai sembra uno pseudonimo.

Demme: 6. Il titolarissimo del centrocampo è lui. Basta poco per ribadire la sua vis gladiatoria e il suo fosforo nella mediana.

Lozano: s.v.

Milik: s.v. Voglio esimermi davvero, perdonatemi…

Politano: s.v. 

Gattuso 6,5. Mette la squadra giusta in campo, la sua cattiveria purtroppo rimane in panchina. Non si può essere sempre perfetti.

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest