Le pagelle di Napoli – Milan del Professore Matto…per la squadra azzurra

Ospina: 7. Nulla può sulla zampata di Giroud, ma compie un paio di interventi notevoli che tengono il Napoli in partita fino alla fine.

Di Lorenzo: 6. Parliamoci chiaro: non ha sostituti e la lucidità ne risente su qualche appoggio o quando sfonda in area. La sufficienza è tutta per l’abnegazione.

Rrahmani: 6. Qualche volta in affanno, ma contiene bene il temibile Leao ed argina Giroud.

Koulibaly: 5. Pericoloso il fallo su Giroud, talvolta pericolosamente poco lucido in appoggi o rilanci. Si lascia sfuggire il vecchio francese alle spalle in occasione del goal.

Rui: 5,5. Nulla da eccepire sulla volontà, ma quanti errori in appoggio, quanti cross mancati, quanti passaggi arretrati.

Ruiz: 5. Irriconoscibile l’eroe di Roma. Praticamente mai in partita: pochissimi passaggi, molti tra l’altro pericolosamente sbagliati, quasi svogliato lui. Lo sostituisce dal 76′ Mertens (6) che dà sicuramente più brio negli ultimi metri.

 Lobotka: 6,5. Tra i migliori. Interdice, costruisce, chiede palla, ma predica spesso nel deserto. Sodtituito sul finale da Anguissa (s.v.)

Zielinski: 5. Qualche scatto in progressione solo nella ripresa. Il polacco sonnecchia a lungo e così proprio non va bene. Sul finale lo rimpiazza Petagna (s.v.)

Insigne: 5. Altra delusione dopo la bella prestazione contro la Lazio. Mai uno scambio veloce, solo palle telefonate o giocate all’indietro: dal capitano, in una partita di tal portata, ci si aspettava altro. Verso il minuto 70 Ounas (6) ne prende il posto mettendo in difficoltà i difensori rossoneri con i suoi dribbling e sfiorando il goal su bel tiro.

Osimhen: 6,5. Manca ai compagni la sua fame. Sicuramente rigore il fallo subito ad opera di Kalulu. Si crea da solo le poche occasioni che ha.

Politano: 5. Altra involuzione. Sfida inutilmente Theo in dribbling o velocità, di tiri da fuori non se ne vedono. Lo sostituisce verso il minuto 70 Elmas (6) che conferma il suo buon momento con il solito dinamismo.

Spalletti: 5,5. Una settimana intera per prepararla ed i risultati non sorridono al toscano: tradito da coloro cui ha dato fiducia, troppo tardi cerca di porvi rimedio.

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest