Roma-Napoli: pagelle del professore

Meret: 7. Ci evita un’umiliazione. Il colpo di reni con cambio di direzione annesso è un gran bel vedere.

Di Lorenzo: 6. Uno dei pochi a meritare la sufficienza. Grinta, cuore e fiato da vendere.
Manolas: 6. Il migliore tra i centrali in una serata non molto positiva per tutti.
Koulibaly: 5,5. Involuzione progressiva. Spesso fuori posizione, poco deciso, a tratti superficiale.
Rui: 5. Rientro amaro il suo. Sbaglia tutto quello che può sbagliare, braccio largo sul rigore compreso.
Ruiz: 5. Rallenta spesso la manovra e perde palle esiziali.
Zielinski: 5. Chiamato sicuramente al sacrificio, non combina niente di buono complici anche i compagni di reparto.
Calkejon: 5. Lo spagnolo appare stanco e la scarsa lucidità lo porta a commettere errori non da lui.
Insigne: 5. Appare spento e poco reattivo, quasi svogliato. Perde palloni pericolosi che rendono pericolosi i giallorossi.
Mertens: 5,5. Oggi tanta corsa non basta, sarebbe servita maggiore precisione o freddezza.
Milik: 6,5. Segna, ma manca per l’ennesima volta di precisione. L’occasione della traversa avrebbe meritato altri esiti.
Lozano: 6,5. Il messicano è parso in ripresa. Assist a Milik e fallo subito al limite e non sanzionato da Rocchi né visto dal VAR.
Llorente: s.v.
Younes: s.v.
Ancelotti (Davide): 5. Essere figlio di papà o d’arte non comporta nessun automatismo. Soluzioni tattiche non riesce a trovarne e la grinta manca.

Comments

comments

Pin It on Pinterest