Sassuolo-Napoli: pagelle del Professore

Ospina: voto 6. Nonostante la prestazione squallida dei suoi, di grosse parate non deve farne. Sul pasticciaccio di Allan e company non può assolutamente niente.

Malcuit: voto 6. Fa esclusivamente il suo compitino, nulla di più. Poca comunque la spinta in avanti.

Koulibaly: voto 6. Uno dei pochi che possano salvarsi nel triste spettacolo di Reggio Emilia. Talvolta, data la scarsa vena del centrocampo, tenta dei suggerimenti, ma si vede che il suo compito non è quello.

Chiriches: voto 5. C’è da sperare si svegli entro Giovedì. Lentezza, impaccio, avversari che gli sfuggono troppo facilmente. Scene del genere non vorrei più vederne. Ancelotti se ne accorge e nella ripresa inserisce Luperto.

Ghoulam: voto 5. Il lontano parente del Faouzi di due anni or sono sbaglia tutto quello che un terzino può sbagliare: cross, controllo di palla, mancati ripiegamenti difensivi…Non lo salva il tentato assist per il goal di Insigne: i meriti vanno all’errore del difensore neroverde…

Allan: voto 5. A mio parere la peggiore partita del mediano brasiliano che poteva fare meglio sul goal degli emiliani. A parziale giustificazione il super lavoro chiamato a fare dati gli errori dei colleghi di centrocampo Diawara e, soprattutto, Verdi.

Diawara: voto 5. Evita per me il quattro in quanto almeno lui prova il tiro dalla distanza mettendo in difficoltà Pegolo, ma quanti passaggi sbagliati, quanta superficialità, quasi svogliatezza. Gli concederà altre chance Ancelotti?

Verdi: voto 4,5. Un uomo, un perché. Nel viaggio da Bologna a Napoli avrà smarrito il talento che pure dimostrava? O non regge la pressione della piazza? In attesa di smentite ai dubbi, gli interrogativi rimangono aperti.

Ounas: voto 4,5. Giornataccia anche per il francoalgerino. IIlude nel primo tempo con i soliti dribbling, ma stucchevole nella sua caparbietà funesta. Urge bagno di umiltà.

Insigne: voto 6,5. Praticamente lo salva il goal. Non vorrei che quella fascia sul braccio fosse troppo stretta, non sembra proprio un leader che trascini la squadra nei momenti di difficoltà.

Mertens: voto 5. La pazienza ha un limite e forse, suo malgrado, lo ha superato. L’astinenza dal goal lo rende non nervoso, ma quasi rassegnato ad un amaro destino. Spero possa riprendersi già Giovedì se gli verrà concessa l’ulteriore chance.

Luperto: voto 6. Buttato nella mischia, fa il suo dovere senza troppi fronzoli.

Younes: s.v.

Milik: voto 6. Al momento, tenerlo fuori appare sbagliatissimo: dopo una lotta in area, sbilanciato, va comunque al tiro, poi subisce una spinta da Rogerio che avrebbe meritato quanto meno una capatina al VAR. Si vede che non era proprio giornata…

Ancelotti: voto 5. Mette in campo le seconde linee, forse sperando che almeno loro trovassero le motivazioni giuste, ma così non è stato. In casi come questo la colpa viene attribuita all’allenatore e così faccio anch’io, consapevole tuttavia che il materiale umano è questo e che non si possa prescindere da alcuni uomini. A Salisburgo sono sicuro vedremo un altro Napoli.

Comments

comments