Torino-Napoli: le pagelle del nostro professore

Meret: voto 7. Si ripetono, per fortuna almeno per lui, le prestazioni: due volte chiamato a super interventi, due volte ha risposto presente.

Di Lorenzo: voto 6,5. Il laterale destro è uno di quelli che ci crede fino in fondo, che non molla mai, peccato non riesca a contagiare altri compagni decisamente al di sotto delle solite prestazioni.

Manolas: voto 6. Ordinaria amministrazione quella del greco che si sta adattando bene alla linea difensiva azzurra.

Luperto: voto 6,5. Si vede che è un centrale. Il salentino non solo dimostra la sua praticità, ma anche una certa disinvoltura palla al piede: bella la sgroppata nel primo tempo fino al limite dell’area granata e l’assist a Ruiz.

Hysaj: voto 6. Sfortunato l’albanese. Uno dei migliori fino al momento dell’infortunio.

Allan: voto 5,5. Forse improponibile il ruolo di regista che porta il generoso incontrista a perdere delle palle sanguinose.

Ruiz: voto 5,5. Lo spagnolo, complice la scarsa compattezza della squadra appare lento e cincischiante a tratti. Tuttavia sfiora il goal nel primo tempo su un tiro che esalta le qualità di Sirigu. Segno che deve osare di più.

Zielinski: voto 5. Il polacco appare davvero un pesce fuor d’acqua a rincorrere gli avversari, a recuperar palloni ed a proporre ripartenze. Lento di intelletto ed anche un tantino fuori condizione, perde anche lui palloni che potrebbero essere esiziali.

Insigne: voto 5,5. Dopo il relegamento in tribuna in Belgio, il tifoso si aspetterebbe la tigre famelica con il fuoco negli occhi uscita dalla gabbia, ed invece…

Lozano: voto 5,5. Anche da lui ci si aspetta di più. Il messicano invece si intestardisce su dribbling che non hanno successo e si divora il goal che avrebbe cambiato ogni giudizio prima che fosse sostituito.

Mertens: voto 5. Anche il belga appare fuori dai giochi. Abulico, a tratti insofferente: sul suo volto si legge una forma di nervosismo. Speriamo che cambiare per una settimana clima riporti serenità anche a lui.

Ghoulam: voto 5,5. Se Ancelotti gli ha preferito addirittura Hysaj allora c’è un motivo. Ancora fuori condizione. Tuttavia rivedendo le immagini dell’intervento sullo stesso in area, il rigore appare evidente. Beh, non ci attacchiamo all’episodio…

Callejon: s.v.

Llorente: voto 6. E’ vero, si mangia un goal e mezzo, ma avremmo dovuto vederlo in campo un’intera partita, forse avrebbe dato un contributo più significativo.

Ancelotti: voto 5. Il tecnico di Reggiolo, forse per la prima volta in carriera, appare disorientato. Tanti cambi, tanto turnover, poche idee e poche certezze. Speriamo riesca a ritrovare il fatidico bandolo della matassa. Siamo ad Ottobre, vigilia di impegni ravvicinati cruciali in Italia ed in Europa…

www.milanopartenopea.it

Comments

comments