Verona-Napoli: le pagelle del Professore matto degli azzurri

Ospina: 6,5. Può fare poco sul goal, anche se forse è l’unica sortita dell’Hellas. Bravo sulle uscite, rischia di farsi male. È insomma la solita sicurezza.

Di Lorenzo: 7. La fascia è sua che difenda o offenda. L’assist sul secondo goal di Osimhen è un capolavoro di determinazione.

Rrahmani: 6,5. Gli ex compagni d’attacco non vedono quasi palla: grande determinazione sugli stacchi aerei e sugli anticipi.

Koulibaly: 6,5. La palla deve essere sua con le buone o con le cattive. Non disdegna gli affondi quando vede terreno libero davanti.

Rui: 6. Peccato per il legno colpito, avrebbe meritato sorte migliore. Certo, la prestazione è macchiata da Faraoni che riesce a rubargli il tempo e a mettere il Verona di nuovo in gioco.

Ruiz: 6,5. Partita di sostanza la sua. Mette ordine mentre i compagni fanno legna. Mancano le conclusioni verso la porta. Sul finale gli lascia spazio Zielinski (s.v.)

 Lobotka: 6,5. Instancabile palleggiatore di centrocampo, insieme ad Anguissa fa venire il mal di testa agli avversari di reparto.

Anguissa: 6,5. Palla in cassaforte quando ce l’ha tra i piedi. Ottimo collante tra zona nevralgica del campo e reparto avanzato.

Lozano: 6,5. Peccato per quel passaggio sbagliato ad Osimhen, ma il messicano sembra in palla. Salta spesso l’avversario sulla sinistra ed altrettante volte viene maltrattato. Esce per fare spazio ad Insigne (6).

Osimhen: 8. Due goal: uno di prepotenza di testa, l’altro facendosi trovare pronto su invito di Di Lorenzo. La volontà sempre la stessa. Sul finale lo sostituisce Petagna (s.v.) ed a sua volta Ghoulam (s.v.)

Politano: 6,5. Buona prestazione dell’esterno avanzato che supera spesso l’uomo e prova il tiro. Nella ripresa lo sostituisce Elmas (6).

Spalletti: 7. Mette in campo una squadra quadrata, convinta di quello che bisogna fare. Gli uomini scelti hanno dato la risposta che il toscano si aspettava.

www.milanopartenopea.it

Comments

comments

Pin It on Pinterest